Uscita alle trincee Nagià Grom in Val di Gresta

Il 31 marzo 2015 alcuni ragazzi e ragazze del convitto di Rovereto con le educatrici e il Direttore dell'Opera Armida Barelli, dott. Bernardo Zanoner, si sono recati alle trincee Nagià Grom in Val di Gresta.

Partiti alle 13:30 dalla fermata di Via Dante “Monumento all’alpino” con l’autobus, dopo due cambi siamo arrivati a Manzano.

Arrivati al parcheggio del paese abbiamo camminato per 10 minuti fino ad arrivare alle trincee dove ci aspettavano gli alpini e gli scout di Mori, con il pranzo pronto preparato in anticipo dal cuoco della scuola, Paolo.

Alla fine del pranzo alcuni volontari ci hanno mostrato e spiegato tutti i percorsi delle trincee costruite nella Prima Guerra Mondiale.

Il caposaldo del monte Nagià Grom venne costruito a partire dalla primavera del 1915 e serviva per difendersi dai nemici. Per garantire una protezione a 360° fu scavata una trincea perimetrale, divisa in postazioni numerate in numeri romani da I a XIV. Dal cuore della fortificazione partono dei camminamenti che arrivano alle postazioni d’artiglieria, agli osservatori e alla trincea sommitale. Protetto dall’attacco delle artiglierie nemiche c’era il centro vitale composto da baraccamenti per gli ufficiali, per le truppe, per gli operai militarizzati, magazzini di materiale, cisterna da campo e cucina dotata di ampio magazzino viveri. 

E’ stato molto bello trascorrere questa giornata con i miei amici del convitto, tutti siamo rimasti colpiti dal lavoro svolto dai volontari per aver riportato alla luce le trincee e tutti i ricordi della Grande Guerra mantenendo viva un pezzo della nostra storia.

Luca Tagliaferri